Tutti i modi + 1 per farsi pagare online ai tempi del Covid

 4.7/5 (3)
Tempo di lettura: 3 minuti
strumenti_per_farsi_pagare_online

Ricevere e inviare denaro online è diventata oggi una costante per moltissimi professionisti che lavorano online ma non solo. E rendere lo scambio di denaro semplice e veloce è diventato ormai prioritario mai come in questo periodo in cui la pandemia ci impone standard di sicurezza che suggeriscono di evitare per quanto possibile i contatti e di conseguenza anche lo scambio di contanti. Se farti pagare online dai tuoi clienti ti sembra complesso ti sbagli. In questo articolo analizzeremo 5 servizi (+1) veloci ed efficaci per scambiare facilmente denare in maniera digitale e farsi pagare restando comodamente in ufficio.  

Pagamenti digitali: i vantaggi

Proporre metodi di pagamento digitali per i propri clienti porta con se numerosi vantaggi per entrambi:


Transazioni sicure e tracciate: ogni transazione digitale è sicura e soprattutto tracciata, cosa che permette di recuperare il pagamento per eventuali verifiche successive.

Convenienza: a discapito di ciò che si crede i pagamenti digitali hanno dei costi molto bassi, alle volte addirittura nulli.

–  Puoi farli dove vuoi: basta un pc o uno smartphone per la ricezione o il pagamento e nella maggior parte dei casi l’accredito è immediato.

I migliori 5 servizi (+1) di pagamento online

Scopriamo insieme i servizi più utili per farsi pagare online dai propri clienti.
Analizziamoli e scopriamone le funzionalità più utili.

Paypal

Paypal

Di sicuro tra i sistemi di pagamento online più conosciuti, Paypal è famoso per la totale versatilità. Il suo sistema di adatta perfettamente sia a piattaforme di eCommerce ma anche ad uso personale, senza necessariamente un’attività online. Caratteristica interessante sono le commissioni legate al numero di transazioni effettuate. Meno transazioni esegui, più bassa sarà la commissione applicata. Ottimo soprattutto per chi effettua pochi pagamenti mensili.

Stripe

Stripe

Stripe è un interessante sistema di pagamento che si focalizza soprattutto per quelle attività che hanno un sito o uno store digitale da cui indirizzare i propri pagamenti. La sua interfaccia è versatile e personalizzabile ma uno dei vantaggi più grandi è la possibilità di affiancare ai pagamenti tradizionali anche quelli tramite moneta virtuale come i Bitcoin.

Wise

wise

Wise si definisce “il modo più economico di trasferire denaro internazionalmente”. Per questo motivo è un sistema perfetto per il pagamento in valute diverse tra paesi, perché lo scambio di moneta avviene secondo un tasso di cambio “reale”, senza aggiungere strane tariffe aggiuntive. La versione Business offre anche la possibilità di inviare le fatture legate ai pagamenti alla valuta locale. 

Amazon Pay

amazon_pay

Amazon Pay è un sistema di pagamento che negli ultimi anni sta riscuotendo sempre più successo per via del brand a cui fa capo. Per pagare infatti basta accedere al proprio account Amazon, utilizzare i dati di pagamento salvati e completare l’acquisto utilizzando la stessa interfaccia di cui gli utenti hanno certamente familiarità. In più, è un sistema di pagamento disponibile su più piattaforme con un ottimo sistema di integrazione e facilità di utilizzo.

Google Pay

google_pay

Poco da dire in fatto di affidabilità. Il servizio di pagamento del colosso digitale è ottimo per i pagamenti di piccole e grandi attività, grazie al salvataggio dei metodi di pagamento all’interno del proprio account Google, semplificando il processo di pagamento. Un vantaggio ulteriore è la possibilità di offrire buoni regalo, offerte o contenuti di pagamento personalizzati.

 

Bonifico bancario

Ultimo ma non per questo marginale è il classico bonifico bancario attraverso i servizi di ebanking online. Nonostante il tempo di accredito del denaro non è immediato come nella totalità dei servizi descritti precedentemente, il bonifico è sicuramente il metodo più utile per i clienti che non hanno dimestichezza con i nuovi servizi digitali. Il costo varia dalla banca utilizzata ma resta comunque contenuto nella maggior parte dei casi. Ricordatevi però che, in questo caso, eventuali variazioni o ricevute devono essere richieste all’acquirente che dovrà scaricarle direttamente dal portale servizi della propria banca.

 

L'articolo ti è stato utile?

Articoli correlati

Vuoi far parte del team Fiscozen?

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963 · Privacy · Cookie