Partita IVA social media manager: ATECO, come aprire e quanto costa?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Per svolgere la professione di social media manager, sia come dipendente che come autonomo, non è necessario nessun requisito particolare, ma se vuoi decidere i tuoi orari e i tuoi clienti devi essere titolare di una Partita IVA.

Prima di aprirla devi trovare il codice ATECO corretto, cioè la sequenza che identifica l’attività che svolgi. Non esiste un ATECO specifico per la professione di social media manager, ma potrai sceglierne uno generico, come 73.11.01 – ideazione di campagne pubblicitarie.

Trovato il codice ATECO puoi aprire la tua Partita IVA compilando ed inviando il modello AA9/12 all’agenzia delle entrate tramite:

  • sito web
  • posta raccomandata
  • consegna a mano in una sede dell’agenzia

Il costo della pratica di apertura varia a seconda che tu decida di:

  • aprirla autonomamente: non pagherai nulla
  • affidarti ad un intermediario, come il commercialista: pagherai il prezzo del servizio

Oltre ai costi di apertura dovrai pagare quelli di gestione, che sono:

  • tasse: calcolate in modo diverso in base al tuo regime fiscale:
    • ordinario: devi pagare l’IRPEF, un’imposta che va da una percentuale minima del 23% fino ad una massima del 43% sui tuoi guadagni al netto delle spese e dei contributi dell’anno precedente, cioè sull’imponibile. Ad esempio, se hai incassato 90.000€, hai avuto spese per 15.000€ e l’anno scorso hai versato 5.000€ di contributi, pagherai l’IRPEF solo su 70.000€ (90.000€ – 15.000€ – 5.000€)
    • forfettario: paghi una percentuale del 15% o del 5% per i primi 5 anni se avvii una nuova attività. Le percentuali si applicano sul tuo imponibile, che puoi trovare moltiplicando i tuoi incassi totali per un valore detto coefficiente di redditività, diverso in base al tuo codice ATECO, e sottraendo i contributi che hai versato l’anno precedente. Nel tuo caso, il coefficiente è del 78%
  • contributi: devi versarli alla gestione separata INPS calcolando il 26,07% del tuo imponibile
  • commercialista: che parte da 700€ fino a 1.500€ annui in base al tuo regime fiscale

Ad esempio, Lucia è una social media manager in regime forfettario che ha aperto la Partita IVA da due anni, quindi gode della tassazione al 5%. Ha incassato 20.000€, il suo coefficiente di redditività è 78% e l’anno scorso ha versato 3.000€ di contributi:

  • base imponibile: (20.000€ x 78%) – 3.000€ = 12.600€
  • tasse: 12.600€ x 5% = 630€
  • contributi: 15.600€ x 26,07% = 4.066€
  • commercialista: 700€
  • totale costi: 630€ + 4.066€ + 700€ = 5.396€
  • guadagno netto: 20.000€ – 5.396€ = 14.604€

Per essere supportato nell’apertura della tua Partita IVA da social media manager il commercialista è il professionista più adatto a cui puoi rivolgerti.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

francesca_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963