Ti interessa la Partita IVA?

Reddito di cittadinanza e Partita IVA: possono coesistere?

Autore

Francesca C.

Leggi l'articolo o richiedi una consulenza gratuita

Form_2023

Sì, il reddito di cittadinanza, o RDC, è compatibile con la Partita IVA a patto si mantengano i requisiti, elencati sotto, per poter beneficiare del sussidio.

È sufficiente dimostrare che, nonostante l’esercizio dell’attività di lavoro autonomo, il reddito familiare rimane al di sotto della soglia indicata dalla legge per averne diritto. 

In questo caso, lo stato verserà una quota necessaria a fare in modo che i redditi della famiglia possano raggiungere la soglia minima indicata dalla legge.

I requisiti per poter ricevere il reddito di cittadinanza sono:

  • cittadinanza italiana o europea, o possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo nell’unione europea
  • residenza in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo 
  • ISEE inferiore a 9.360€
  • proprietà immobiliari non superiori a 30.000€ ad esclusione della prima casa
  • beni mobili del valore non superiore a 6.000€ a cui possono essere aggiunte quote per ogni membro del nucleo familiare e che variano in caso di figli minori o persone con disabilità
  • reddito familiare non superiore a 6.000€ annui, oppure a 9.360€ annui per le famiglie che vivono in affitto
  • tutto il nucleo familiare deve possedere autoveicoli entro i 1.600 cc di cilindrata o motoveicoli entro 250 cc e non di recente immatricolazione. Nessun membro del nucleo familiare può possedere imbarcazioni

Se ancora non hai la Partita IVA, puoi richiedere un anticipo del Reddito di cittadinanza per aprire la tua attività se hai i seguenti requisiti:

  • nel momento in cui fai domanda, nel tuo nucleo familiare c’è una persona che già riceve il sussidio
  • avvii un’attività autonoma o sottoscrivi una quota di capitale sociale in una cooperativa in cui lavorerai, entro i primi 12 mesi di ricezione del RDC
  • nessun altro nel tuo nucleo famigliare ha già chiesto l’anticipo del RDC per aprire Partita IVA

L’importo che puoi ricevere viene versato in un’unica soluzione ed è pari a sei mesi di reddito di cittadinanza, con un massimo di 780€ al mese. 

Per richiedere l’anticipo, devi fare fare domanda all’INPS tramite:

  • il sito web dell’ente
  • i CAF
  • i patronati
  • un intermediario abilitato come ad esempio il commercialista

Il bonus può anche essere revocato e ti sarà chiesto di restituirlo se:

  • chiudi l’attività 
  • vendi la tua quota di capitale sociale della cooperativa in cui lavori, nel primo anno di attività
  • ti viene revocato il reddito di cittadinanza, anche a seguito di un provvedimento del giudice
  • non hai più diritto al RDC 

Per conoscere nel dettaglio come puoi conciliare Partita IVA e reddito di cittadinanza, il commercialista è il professionista giusto a cui rivolgerti.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.   

Risolvi ogni dubbio
con una consulenza

Form_2023 (#46)

Non ti preoccupare:
è sempre gratis.

Questa guida è stata verificata

Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da

Francesca C.

Autore

Controllata da

Gaetano D.

Esperto fiscale 

Per saperne di più richiedi una consulenza

Form_2023

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Ti interessa la Partita IVA?