Cos’è il canone televisivo RAI?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

check-double-line
Questa è una guida verificata

Il canone RAI, anche chiamato canone TV, è un’imposta che devi pagare per avere una TV, indipendentemente dall’uso che ne fai.

Questa imposta deve essere pagata anche se possiedi un televisore ma non lo usi mai. Ad esempio, anche se sei residente all’estero devi pagare il canone RAI se hai una casa in Italia nella quale hai una TV. 

Il costo del canone RAI è di 90€ annui, suddivisi in 10 rate con scadenza fra gennaio ed ottobre ed è incluso nelle bollette emesse dalla società che eroga la fornitura elettrica. Infatti, sarà quest’ultima a versare gli importi pagati del canone direttamente allo stato. 

Se non hai un apparecchio per ricevere le trasmissioni radiotelevisive, come una TV o una radio, puoi chiedere l’esenzione dal pagamento del canone RAI attraverso un’autocertificazione che puoi presentare in uno dei seguenti modi:

  • autonomamente sul sito dell’agenzia delle entrate, accedendo con le tue credenziali Fisconline nell’apposita sezione dedicata al pagamento del canone
  • tramite un intermediario, come un commercialista
  • attraverso la posta raccomandata. In questo caso dovrai inviare il modulo all’agenzia delle entrate, ufficio di Torino 1, S.A.T. – sportello abbonamenti TV – casella postale 22 – 10121 Torino

Sei esentato dal pagamento del canone RAI anche se:

  • sei un rivenditore o riparatore di televisori: non devi pagare il canone per gli apparecchi collocati nei tuoi negozi o laboratori, perché non sono di tua proprietà
  • hai un’età pari o superiore a 75 anni e un reddito inferiore ad 8.000€
  • sei un diplomatico o un militare straniero

In tutti i casi, per avere accesso all’esenzione dovrai inviare la domanda all’agenzia delle entrate perché il procedimento non è automatico.

Le scadenze per richiedere l’esenzione sono due:

  • dal 1° febbraio al 30 giugno: sarai esonerato dal pagamento a partire dal secondo semestre dello stesso anno
  • dal 1° luglio al 31 gennaio dell’anno successivo: sarai esonerato a partire dall’anno successivo

Ad esempio, per l’anno 2023, le scadenze sono dal 1 luglio 2023 al 31 gennaio 2024, per ottenere l’esenzione per l’intero anno 2024, dal 1 febbraio al 30 giugno 2023 per ottenere l’esonero dal pagamento per il secondo semestre 2023.

Se hai i requisiti per accedere all’esonero ma hai già pagato il canone, puoi chiedere il rimborso compilando il modello presente sul sito dell’agenzia delle entrate. 

Dopo aver effettuato le verifiche, l’agenzia procederà con il rimborso, che ti arriverà direttamente dalla società che eroga la fornitura elettrica.

Oltre al canone RAI ordinario, devi pagare un altro canone, detto canone RAI speciale se hai uno più apparecchi radiotelevisivi per la tua attività. 

Questo vale se, ad esempio, hai un bar che ha una televisione per trasmettere programmi televisivi o partite.

Gli importi del canone speciale variano di anno in anno e vanno da un minimo di 203,70€ ad un massimo di 6.789,40€ a seconda del numero di apparecchi che hai. 

Per essere sicuro di poter beneficiare dell’esenzione dal pagamento del canone RAI, il commercialista è il professionista giusto a cui rivolgerti.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

francesca_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Oltre 100.000 persone hanno già richiesto una consulenza gratis e senza impegno