Quanto devo fatturare per guadagnare 2.000€?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

guadagnare 2.000€ mese

Se vuoi guadagnare 2.000€ al mese in Partita IVA, il tuo incassato varia in base al regime fiscale:

  • In regime forfettario dovrai chiedere 2.644€ al mese
  • In regime ordinario dovrai chiedere 3.662€ al mese

Esempio di come arrivarci in regime forfettario:

Alessia ha una Partita IVA in regime forfettario e vuole ottenere 2.000€ di guadagno netto. Il coefficiente di redditività determinato dal suo codice ATECO è del 78% e deve corrispondere il 5% di tasse.

  • La percentuale totale di tasse e contributi si può ottenere moltiplicando l’imposta delle tasse (5%) e la percentuale di contributi (26,23%) per il coefficiente di redditività
  • (5% x 78%) + (26,23% x 78%) = 24,35%

Ciò vuol dire che se 24,35% è la percentuale di soldi che vanno in tasse e contributi, il 75,65% (100% – 24,35%) sarà la quantità di denaro che le rimane in tasca.

Visto che vuole ottenere 2.000€ netti, a questo punto bisogna fare un rapporto.

Se 2.000€ è il denaro che vuole ottenere ed è il 75,65% dei soldi che deve chiedere, allora le serve capire qual è la quantità X di denaro da chiede in totale (cioè il 100%)

  • La cifra che vuoi guadagnare (2.000€) 
  • Sta a 75,65 (che è la percentuale di soldi che le rimangono) 
  • Come X (il totale di soldi che deve chiedere)
  • Sta a 100 (la percentuale di soldi da chiedere)

2.000€ : 75,65 = x : 100

(2.000€ x 100) / 75,65 = 2.644€

Se vuoi verificare che tutto sia corretto, puoi fare il calcolo al contrario:

  • Incassato: 2.644€
  • Base imponibile 2.644€ x 78% = 2.062€
  • Importo tasse da pagare a saldo 2.062€ x 5% = 103€
  • Importo dei contributi da pagare a saldo 2.062€ x 26,23% = 541€

Ora sottraiamo all’incasso il totale di tasse e contributi (103€ + 541€ = 644€)

  • Incasso netto 2.644€ – 644€ = 2.000€

Esempio di come arrivarci in regime ordinario:

Per il regime ordinario il lordo da incassare per ottenere 2.000€ netti mensili (24.000€ netti annui) deve essere superiore a quello che vuoi guadagnare per una percentuale compresa tra il 23% ed il 43%, perché il libero professionista è tenuto al pagamento dell’IRPEF che si trova tra queste due percentuali.

Consideriamo un libero professionista in gestione separata, che corrisponde all’INPS un’aliquota pari al 26,23%. Dobbiamo capire per arrivare a 2.000€ netti in quale scaglione si dovrà posizionare per comprendere la percentuale di tasse e contributi da pagare.

  • Nel primo scaglione (15.000€ x 23%) + (15.000€ x 26,23%) = 7.393€
  • Ti possono rimanere netti al massimo 15.000€ – 7.393€ = 7.607€ (633€ netti al mese)

  • Nel secondo scaglione (13.000 x 25%) + (13.000 x 26,23%) = 6.659€
  • Ti possono rimanere netti al massimo 28.000€ – 7.607€ – 6.659€ = 13.734€ (1.144€ netti al mese)

  • Nel terzo scaglione (22.000 x 35%) + (22.000 x 26,23%) = 13.470€
  • Ti possono rimanere netti al massimo 50.000€ – 13.734€ – 13.470€ = 22.796€ (1.899€ netti al mese)

Quindi ci troviamo nel quarto scaglione, con un’aliquota IRPEF del 43%.

Avendo capito in quale scaglione ci si trova per poter avere 2.000€ netti al mese (il quarto) calcoliamo il valore dell’eccedenza rispetto allo scaglione precedente, quindi la differenza tra quanto hai utilizzato nello scaglione precedente e quello che ti resta da utilizzare.

  • Primo scaglione: 7.607€ (non c’è eccedenza perché è il primo)
  • Eccedenza secondo scaglione rispetto al primo: 13.734€ (netto massimo secondo scaglione) – 7.607€ (netto massimo primo scaglione) = 6.127€
  • Eccedenza terzo scaglione rispetto al secondo: 22.796€ (netto massimo terzo scaglione) – 7.607€ (netto massimo primo scaglione) – 6.127€ (eccedenza secondo scaglione) = 9.062€
  • Eccedenza quarto scaglione: 24.000€ (soldi che vogliamo guadagnare in un anno netti) – 7.607€ (netto massimo primo scaglione) – 6.127€ (eccedenza secondo scaglione) – 9.062 (eccedenza terzo scaglione) = 1.204€

Calcoliamo la somma della percentuale di tasse e contributi che ci servirà per scoprire il lordo da chiedere annualmente in fattura, sommando la percentuale delle tasse a quella dei contributi:

  • Primo scaglione: tasse (23%) + contributi (26,23%) = 49,23%
  • Secondo scaglione: tasse (25%) + contributi (26,23%) = 51,23%
  • Terzo scaglione: tasse (35%) + contributi (26,23%) = 61,23%
  • Quarto scaglione: tasse (43%) + contributi (26,23%) = 69,23%

Dividiamo poi gli importi ottenuti per la somma della percentuale di tasse e contributi per scoprire il lordo da chiedere in fattura:

  • Primo scaglione: 7.607€ : 49,23% = 15.451€
  • Secondo scaglione: 6.127€ : 51,23% = 11.959€
  • Terzo scaglione: 9.062€ : 61,23% = 14.800€
  • Quarto scaglione: 1.204€ : 69,23% = 1.739€

Quindi il totale da chiedere in un anno corrisponderà alla somma degli importi ottenuti.

Totale 15.451€ + 11.959€ + 14.800€ + 1.739€ = 43.949€ (3.662€ al mese)

43.949€ è il totale da incassare annualmente, al quale andranno addizionate le spese che si prevede di sostenere, per guadagnare 2.000€ al mese. 

Conoscere come calcolare il guadagno netto è importante perché ti permette di mettere da parte il necessario per pagare le tasse e di sapere quanto puoi spendere ogni mese. Per questo motivo è fondamentale la consulenza di un esperto fiscale che possa aiutarti a comprendere quanto chiedere ai tuoi clienti per ottenere il guadagno che desideri.

Se vuoi, puoi ricevere una consulenza gratuita e senza impegno da un consulente Fiscozen compilando il modulo qui sotto. Ti chiamerà e dirà come avere sotto controllo i tuoi guadagni in tempo reale.

Vuoi saperne di più?

Inserisci i tuoi dati e ti contatteremo per una consulenza gratuita

L'articolo ti è stato utile?