Quanto paga di tasse un artigiano forfettario?

Nel regime forfettario i lavoratori che svolgono attività di tipo artigianale usufruiscono di una tassazione agevolata al 15%, che scende al 5% per i primi 5 anni nel caso di nuove attività

Aprendo una Partita IVA in regime forfettario un artigiano potrà contare su una serie di agevolazioni, quali:

  • Operare in franchigia IVA, quindi senza dover applicare l’IVA in fattura
  • Esonero da studi di settore e dall’esterometro
  • Semplificazioni contabili

Per aderire al regime forfettario sarà necessario rispettare una serie di requisiti:

  • Possesso della residenza in Italia
  • Produzione di almeno il 75% del fatturato in Italia
  • Incasso massimo di 65.000€ annuali 
  • Non svolgere attività che prevedono regimi speciali IVA o di determinazione forfettaria del reddito
  • Non avere partecipazione in società di persone, associazioni o imprese familiari
  • Non possedere, direttamente o indirettamente, quote di maggioranza in una società dic capitali (Srl, Spa, Sapa) che svolge attività nello stesso ambito del proprio codice ATECO

Con il regime forfettario, le tasse non vengono pagate sulla totalità dell’importo incassato, ma sulla base di una percentuale, detta coefficiente di redditività, diversa a seconda del codice ATECO.

Nella maggior parte dei casi, con una Partita IVA da artigiano la quota dedotta è pari al 33% e, di conseguenza, le tasse e i contributi verranno pagati sul reddito imponibile del 67% .

Facciamo un esempio:

Antonio è un parrucchiere e nel corso dell’anno ha incassato 20.000€. Il coefficiente di redditività previsto dal suo codice ATECO è del 67% e l’imposta sostitutiva è del 5% perché l’attività è stata avviata da meno di 5 anni. 

  • Reddito lordo 20.000 x 67% = 13.400€
  • Importo delle tasse da versare a saldo 13.400 x 5% = 670€

Vuoi scoprire nel dettaglio quante tasse dovrai pagare con la tua Partita IVA forfettaria da artigiano? Ricevi una consulenza gratuita e senza impegno compilando il form qui sotto.

Altri dubbi da approfondire? Ricevi una consulenza dedicata gratis e senza impegno