Aprire una Partita Iva: modalità, tempi, costi e agevolazioni [2021]

4.86/5 (7)
Tempo di lettura: 3 minuti
aprire una partita iva

C’è chi dice che, di questi tempi, aprire una Partita Iva sia una follia e chi, invece, non vede l’ora di confrontarsi con una carriera ricca di stimolanti sfide e di obiettivi da raggiungere.

Se avverti una certa affinità con il secondo gruppo, allora hai cliccato sulla guida che fa per te: oggi, infatti, vogliamo passare in rassegna i principali step per aprire una Partita Iva ed aiutare i lettori a superare le difficoltà iniziali, a valutare con attenzione i tempi e i costi necessari e ad usufruire delle agevolazioni in corso.

Modalità: online o in sede?

Fino a qualche anno fa, chiunque intendesse aprire una Partita Iva era obbligato a recarsi da un professionista o a fare tutto da solo, rivolgendosi in prima persona agli uffici dell’Agenzia delle Entrate. Nel primo caso, quindi, era indispensabile poter disporre di un budget non troppo modesto, mentre chi propendeva per la seconda opzione doveva assumersi ogni rischio, compreso quello di eventuali sviste, errori, ecc..

Ed oggi, invece?

Per fortuna siamo ben lontani da quei tempi: aprire una Partita Iva è diventato via via sempre più facile, rapido ed economico, specialmente da quando i cosiddetti “commercialisti telematici” si sono affacciati sul panorama nazionale, sbaragliando la concorrenza degli studi fisici tradizionali. Il motivo del loro successo?

Si tratta di una formula innovativa, che ha permesso a tanti giovani freelancer di aprire una Partita Iva senza sostenere grosse spese e di gestire tutte le incombenze burocratiche online in modo semplice ed intuitivo.

Quali sono i tempi di attesa?

Il passaggio dal cartaceo al digitale ha non solo semplificato, ma anche velocizzato le operazioni da compiere per aprire una Partita Iva. Oggi, non a caso, i tempi necessari sono minimi: bastano appena 24 ore per avviare un’attività come libero professionista, mentre per artigiani e commercianti l’attesa è leggermente più lunga.

Aprire una Partita Iva come ditta individuale, infatti, richiede l’invio telematico della Comunicazione Unica – tramite la pratica online chiamata ComUnica – per effettuare, insieme ai normali passaggi fiscali e contributivi (Agenzia delle Entrate, apertura posizione Inps), anche l’iscrizione al Registro Imprese e/o alla CCIAA.

Le attività con requisiti tecnici o di altro tipo prevedono, infine, la presentazione della SCIA al Comune.

Quanto costa aprire una P. Iva?

L’utilizzo di modalità differenti per aprire una Partita Iva, se si è inquadrati come liberi professionisti o come ditte individuali, ha una ricaduta anche sui costi: pari a zero nel primo caso, variabili nel secondo.

Ad ogni modo, piuttosto che affidarsi allo studio di zona, con il rischio di dover pagare tariffe elevate per una semplice pratica sul web, meglio optare per un consulente telematico: tra i più economici vi è Fiscozen, che offre un servizio completo a soli 200 euro + Iva (senza costi extra per i diritti camerali, le imposte di bollo, ecc.).

Insomma, un prezzo decisamente abbordabile, che non comporta alcuna rinuncia!

Agevolazioni per aprire una Partita Iva

Tra le agevolazioni dedicate a chi vuole aprire una Partita Iva, impossibile non fare riferimento all’aliquota start-up, che si somma ai numerosi vantaggi di cui godono i contribuenti assoggettati al regime forfettario: in parole semplici, si tratta di uno sconto sulle tasse, dal 15% fino al 5% del reddito imponibile, per 5 anni.

Quindi, se decidi di aprire una Partita Iva nel corso del 2021 – e, parallelamente a quelli per il forfettario, possiedi i requisiti per l’aliquota start-up – paghi un’unica imposta pari al 5% fino al 2026. Non male, no?

A livello contributivo, poi, alcune Casse applicano aliquote parziali ai nuovi iscritti, ai giovani ed ai lavoratori che producono annualmente un reddito contenuto. Ad esempio, la Gestione Artigiani e Commercianti prevede la riduzione dei versamenti minimi obbligatori per i coadiuvanti e i coadiutori con età inferiore a 21 anni.

Vuoi conoscere nel dettaglio le agevolazioni concesse dalla tua Cassa di Previdenza?

Scrivici per prenotare una consulenza gratuita!

Come gestire oneri e scadenze?

“Preparo la fattura… ah, ecco. No, ho dimenticato ad inserire i dati del cliente. Dove li trovo? Oh, diamine: entro una settimana devo pagare l’acconto delle tasse. Ho compilato correttamente l’F24? E la dichiarazione?”.

Se ciò che ti frena dall’aprire una Partita Iva è la paura di non farcela a star dietro a tutti gli adempimenti, e non disponi di introiti tali da giustificare il ricorso ad un commercialista, puoi risolvere il problema con Fiscozen.

Il costo di abbonamento al servizio – 299 euro + Iva per i forfettari – è molto più vantaggioso rispetto alle tariffe medie degli studi italiani. Inoltre, avendo a disposizione una comoda piattaforma online, alla quale si accede con un click da PC, smartphone e tablet, non perderai tempo in sala d’attesa, non dovrai stampare e firmare documenti di presenza e avrai sempre sotto controllo il tuo fatturato, gli adempimenti in scadenza, la lista dei nominativi dei tuoi clienti, la previsione delle spese e molto altro.

E, per qualsiasi difficoltà, ti basterà inviare un messaggio al tuo operatore in chat e riceverai subito istruzioni chiare sui passaggi da svolgere, informazioni sulle ultime novità ed assistenza tecnica!

Questo articolo ti è stato utile? Lascia una valutazione

Articoli correlati

Vuoi far parte del team Fiscozen?

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963 · Privacy · Cookie