Fotografo senza agenzia: i vantaggi di lavorare da freelance

 3.8/5 (5)
Tempo di lettura: 2 minuti

La fotografia è diventata negli ultimi anni uno strumento di comunicazione sempre più alla portata di tutti. L’utilizzo dei social e il diffondersi di strumentazione a basso costo hanno permesso l’accesso a molte più persone che in passato, trasformandone molti da semplici amatori a veri professionisti.

Se si vuole lavorare come fotografo, oltre ad aprire la Partita IVA, è spesso consigliato appoggiarsi alle agenzie fotografiche, che gestiranno per te i clienti, i diritti di immagine e gli appuntamenti di lavoro.

Ma se vuoi renderti indipendente da una agenzia, e lavorare come fotografo in maniera totalmente autonoma, ci sono numerosi vantaggi che, con qualche piccolo accorgimento, ti permetteranno di lavorare serenamente, aumentando i clienti e gestendo i tempi in totale autonomia.

Agenzia fotografica VS freelance: i 3  maggiori vantaggi

Lavorare in autonomia, senza appoggiarsi ad un’agenzia porta con sé diversi vantaggi, ma possiamo individuarne tre che spiccano sicuramente tra tutti:

  • Gestione del tempo totalmente autonoma
    Lavorare come fotografo freelance senza agenzia infatti ti permette di gestire il tempo e i giorni di lavoro, aumentando la flessibilità tra lavoro e vita privata, lavorardo in città o paesi differenti.
  • Nessuna fee per i diritti di immagine
    Ogni lavoro prodotto non avrà fee d’agenzia, ovvero una percentuale sul guadagno necessaria per i costi di gestione, promozione e procacciamento clienti. Tutto il guadagno sarà tuo (al netto della tassazione, ovviamente).
  • Possibilità di lavorare con più clienti contemporaneamente
    Aspetto sottovalutato ma non scontato è che da freelance potrai lavorare su più clienti contemporaneamente, anche di categoria merceologica simile, cosa che difficilmente avviene con un’agenzia fotografica.

Da passione a professione. Iniziare è facile.

Senza affidarsi ad una agenzia fotografica bisogna però organizzarsi bene, in modo da trasformare la propria passione in una vera professione.
I passaggi fondamentali per iniziare sono chiari e definiti:

  • Definire la propria posizione fiscale
    Risulta fondamentale definire l’inquadramento professionale e di conseguenza fiscale più corretto. Noi di Fiscozen possiamo aiutarti a rendere questo step, che a molti sembra lungo e complesso, più immediato e semplice per te.
  • Acquistare l’attrezzatura necessaria
    La giusta attrezzatura è fondamentale per partire bene. Il consiglio è di fare acquisti a “scaglioni”, ovvero acquistare secondo le necessità crescenti del proprio business. In questo modo, eviterete una spesa iniziale eccessiva e la calibrerete in relazione alla crescita proporzionale del vostro lavoro.  
  • Creare e gestire un sito web personale
    Fare promozione è fondamentale, specie se lavorerete da soli. Per questo motivo, realizzare un sito web professionale dove mostrare i lavori fatti, i servizi e i vostri contatti risulta fondamentale. Oltre al sito è sempre buona norma avere un profilo instagram (specie per i fotografi) e una pagina Facebook perché, oltre ad essere ottime vetrine per procacciare nuovi clienti, danno la possibilità di condividere il vostro lavoro. In soldoni, tanta pubblicità gratuita.
  • Partecipare ad eventi di settore
    I social digitali aiutano moltissimo, ma anche quelli reali non scherzano! Partecipate a seminari ed eventi legati al mondo della fotografia. Servirà, soprattutto all’inizio, ad aumentare le conoscenze tra professionisti.

Come hai visto iniziare non è difficile. Serve passione, determinazione e talento. E ovviamente, essere “scattanti” nelle scelte. Veloci come scattare una foto!

L'articolo ti è stato utile?

Articoli correlati

Vuoi far parte del team Fiscozen?

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963 · Privacy · Cookie