Ti interessa la Partita IVA?

Partita IVA forfettaria: cos’è, come aprire e quanto costa?

Autore

Francesca C.

Leggi l'articolo o richiedi una consulenza gratuita

Form_2023

Se vuoi aprire la Partita IVA e hai sentito parlare di regime forfettario, in questo articolo ti spiegheremo in modo semplice come aprire e quanto costa applicando questo regime fiscale.

La scelta più importante quando apri la Partita IVA riguarda il regime fiscale da adottare. Per questo è necessario conoscere quello che ti permette di ottenere la tassazione più bassa. 

Il forfettario è un regime agevolato con tassazione ridotta 

Applicando questo regime pagherai solo il 15% di tasse o il 5% per i primi 5 anni in caso di apertura di una nuova Partita IVA.

Per accedere a questo regime devi possedere 4 requisiti

Il primo è essere residente in Italia. Inoltre non devi essere socio di una società di persone o possedere quote di maggioranza in una società di capitali che opera nello stesso settore dell’attività che aprirai.

Oltre a questo, ricorda che se sei dipendente, la tua RAL nell’anno precedente all’apertura deve essere inferiore a 30.000€.

Se li possiedi, devi identificare il tipo di attività che vuoi svolgere

Se la tua attività è prevalentemente intellettuale dovrai aprire come libero professionista, come un avvocato o un grafico. Se la tua attività è commerciale o artigianale ti servirà una ditta individuale, come nel caso di e-commerce o parrucchiere.

Se la tua attività è intellettuale, sarai un libero professionista

In questo caso, per aprire la tua Partita IVA dovrai inviare all’agenzia delle entrate il modello AA9/12 e iscriverti ad una cassa previdenziale a cui versare i contributi per la tua futura pensione.

Se sei un professionista iscritto ad un albo professionale come un avvocato o uno psicologo: devi effettuare l’iscrizione alla cassa di categoria della tua professione 

Se svolgi una professione per cui non è previsto un albo, devi iscriverti alla gestione separata INPS e versare i contributi in proporzione ai tuoi incassi

Se l’attività è artigianale o commerciale, dovrai aprire ditta individuale 

In questo caso devi inviare la ComUnica, una pratica che ti permette di: aprire la Partita IVA, iscriverti alla gestione artigiani e commercianti INPS e all’INAIL, nel caso di un’attività artigiana.

Successivamente dovrai inviare la pratica SCIA per dichiarare al tuo comune l’apertura una nuova attività.

I costi che dovrai affrontare variano a seconda del tipo di attività

Come libero professionista, puoi gestire tutto da solo gratuitamente o affidarti a un commercialista che ti chiederà circa 200€. Se sei un artigiano o commerciante e vuoi fare in autonomia, dovrai pagare circa 200€ di bolli e, se ti affidi a un esperto per le pratiche, dovrai aggiungere 300€

Un commercialista può aiutarti a gestire tutte le pratiche per la tua Partita IVA forfettaria

Puoi ricevere una consulenza gratuita con un esperto fiscale compilando il form qui sotto.  

Risolvi ogni dubbio
con una consulenza

Form_2023 (#46)

Non ti preoccupare:
è sempre gratis.

Questa guida è stata verificata

Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da

Francesca C.

Autore

Controllata da

Gaetano D.

Esperto fiscale 

Per saperne di più richiedi una consulenza

Form_2023

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Ti interessa la Partita IVA?