Codice ATECO 96.09.04: cosa significa e cosa posso farci?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Per avviare la tua attività di dog sitter devi:

  • aprire la Partita IVA come libero professionista con il codice ATECO 96.09.04 – Servizi di cura degli animali da compagnia 
  • iscriverti alla gestione separata INPS a cui versare i contributi con una percentuale che per il 2024 è 26,07%.

In questo modo potrai promuovere i tuoi servizi per trovare nuovi clienti, ad esempio:

  • creando un sito web in cui presenti i servizi che offri
  • creando un profilo sui social in cui racconti chi sei e cosa fai
  • pubblicando ads sui social e su Google
  • affiggendo volantini nelle zone più frequentate della tua città

Avrai anche bisogno di decidere se vuoi: 

  • lavorare come dog sitter a domicilio andando a casa delle persone per prenderti cura dei loro cani quando i padroni non ci sono
  • occuparti dei cani ospitandoli a casa tua 

Nel secondo caso, dovrai acquistare tutto il necessario per prenderti cura degli animali come ciotole, cibo, guinzagli, spazzole e giocattoli.

Per la tua attività dovrai scegliere il regime fiscale più adatto alle tue esigenze e le opzioni sono due:

Regime ordinario

Devi pagare l’IRPEF con il sistema degli scaglioni dove le percentuali per il 2022 sono:

Scaglione di reddito % IRPEF
fino a 28.000€ 23%
da 28.000,01€ a 50.000€ 35%
oltre 50.000,01€ 43%

Le percentuali si applicano all’imponibile fiscale che, in regime ordinario, si calcola sottraendo dall’incassato i contributi dell’anno precedente e le spese.

Regime forfettario

Devi pagare l’imposta sostitutiva al 15% che può essere ridotta al 5% per i primi 5 anni se apri una nuova attività. 

La percentuale si applica all’imponibile che si calcola:

  • moltiplicando l’incassato per il coefficiente di redditività, un valore percentuale specifico per ogni professione che identifica la quota di guadagni dell’attività
  • sottraendo al risultato i contributi versati l’anno precedente

Per il lavoro di dog sitter, il coefficiente di redditività è 67%

Con il regime forfettario, infatti, non puoi scaricare nessuna spesa ma i costi che dovrai sostenere sono stimati in modo forfettario. Hai anche un grosso vantaggio che è quello di non dover versare l’IVA e, non dovendo farla pagare ai tuoi clienti, puoi avere prezzi più competitivi sul mercato.

Il consulente fiscale è il professionista giusto che può guidarti nella scelta del regime fiscale più adatto alle tue esigenze.

Puoi ricevere la tua consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963