Calcolo fatturato regime forfettario: come si fa?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Se hai una Partita IVA o vuoi aprirne una, avrai sentito parlare del fatturato. In questo articolo vedremo come si calcola in regime forfettario.

Conoscere come calcolare il tuo fatturato è molto importante perché ti permetterà di sapere esattamente quanto hai guadagnato durante l’anno. Allo stesso modo, è fondamentale conoscere il tuo incassato, perché così capirai quante tasse e contributi devi pagare e, quindi, quanti soldi ti rimarranno da usare per te o per la tua attività.

Per questo ti consigliamo di rivolgerti sempre ad un commercialista. Se vuoi, puoi ricevere una consulenza gratuita con un nostro esperto compilando il form che trovi in fondo all’articolo.

Per calcolare il tuo fatturato devi sommare tutte le fatture che hai emesso in un anno

Da queste dovrai escludere l’IVA, perché non costituisce un ricavo per te, ma un’imposta pagata dai tuoi clienti che tu devi provvedere a versare allo stato. Inoltre dovrai escludere eventuali abbuoni e sconti, ovvero le riduzioni di prezzo.

Ad esempio, se hai emesso fatture per un totale di 50.000€, che includono 11.000€ di IVA e 1.000€ di sconti, il tuo fatturato sarà 38.000€, pari a 50.000€ – 11.000€ – 1.000€.

Oltre al fatturato, devi conoscere il tuo incassato, cioè il totale degli importi che hai fatturato di cui hai ricevuto il pagamento da parte dei tuoi clienti 

Ad esempio, nel corso del 2023 hai emesso fatture per 40.000€ IVA esclusa, ma una fattura di 10.000€ emessa nel 2023 ti è stata pagata nel 2024, il tuo incassato del 2023 sarà pari a 30.000€, quindi 40.000€ – 10.000€.

Conoscere l’incassato è importante, perché ti permette di capire quante tasse e contributi devi pagare

Il calcolo è diverso in base al tuo regime fiscale. Se sei in ordinario, dovrai sottrarre dai tuoi incassi le spese che hai sostenuto per la tua attività. Sul valore che otterrai calcolerai poi le tasse e i contributi.

In regime forfettario, invece, dovrai moltiplicare i tuoi incassi per un valore percentuale diverso in base all’attività che svolgi e poi calcolare le tasse e i contributi.

L’incassato determinerà anche se puoi accedere al regime forfettario o mantenerlo

Infatti, uno dei requisiti per accedere o mantenere il regime forfettario è avere un incassato inferiore ad 85.000€. Se superi tale limite, passerai al regime ordinario.

Un commercialista può fare questi calcoli al posto tuo

Anche noi lo facciamo e sarai sempre affiancato da un commercialista dedicato. Per scoprire come averlo, puoi ricevere una consulenza gratuita con un esperto fiscale compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963