Ti interessa la Partita IVA?

Invio tardivo fattura elettronica: quali sono le sanzioni?

Autore

Gaia B.

Leggi l'articolo o richiedi una consulenza gratuita

Form_2023

Se vuoi sapere quali sono le sanzioni per chi invia le fatture elettroniche in ritardo, in questo articolo troverai tutte le risposte.

Le fatture sono i documenti più importanti per la tua attività perché la loro corretta compilazione ed emissione ti permette di essere pagato dai tuoi clienti. In particolare quando si tratta di fatture elettroniche è fondamentale rispettare anche le tempistiche previste per l’emissione per evitare sanzioni. 

Il supporto di un commercialista può aiutarti ad essere sempre in regola e rispettare tutte le scadenze. Se vuoi puoi ricevere una consulenza gratuita e senza impegno con un esperto fiscale compilando il form in fondo all’articolo.

La sanzione cambia a seconda di come incide sul versamento dell’IVA

Se il ritardo incide direttamente sul corretto versamento dell’IVA, la sanzione va dal 90% al 180% dell’imposta con un minimo di 500€. Ciò accade se sei in regime ordinario ed invii una fattura elettronica in ritardo.

Se non lo fa, come nel caso di chi aderisce al regime forfettario, la sanzione va dai 250€ euro a 2.000€ in base alla gravità del ritardo.

Per capire se sei in ritardo ad inviare una fattura, devi conoscere le 2 scadenze

Se emetti una fattura immediata, cioè quella dove la data di emissione coincide con la data in cui effettui la prestazione o vendi il bene, avrai 12 giorni di tempo per inviarla.

Se invece emetti una fattura differita, quindi il documento riepilogativo di più operazioni da inviare il mese successivo alla vendita o alla prestazione di un servizio, devi inviarla entro il 15 del mese successivo.

Se ti accorgi di aver inviato una fattura elettronica in ritardo puoi rimediare e pagare una sanzione ridotta 

Infatti, potrai pagare sanzioni ridotte tramite la pratica denominata ravvedimento operoso. La riduzione dipende dal numero dei giorni di ritardo rispetto alla data in cui avresti dovuto mandare la fattura.   

Se paghi riduzione della sanzione nel caso in esempio
entro 30 giorni 1/10 25€
tra 30 e 90 giorni 1/9 27,78€
entro il termine di invio per la dichiarazione dell’anno successivo 1/8 31,25€
dopo il termine di invio della dichiarazione dei redditi dell’anno successivo 1/6 41,67€
dopo aver ricevuto un avviso di violazione 1/5 50€

Esistono 2 modi per evitare di pagare le sanzioni 

Il primo è ricevere una notifica che ti ricorda quando devi inviare la fattura. Il secondo è avere il supporto di un commercialista che si occupi delle pratiche relative alla tua Partita IVA. 

Se vuoi, noi facciamo entrambe le cose. Ti mandiamo una notifica per ricordarti di effettuare i versamenti e mettiamo a tua disposizione il supporto di un commercialista.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto fiscale compilando il form qui sotto.

Risolvi ogni dubbio
con una consulenza

Form_2023 (#46)

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Questa guida è stata verificata

Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da

Gaia B.

Autore

Controllata da

Gaetano D.

Esperto fiscale

Per saperne di più richiedi una consulenza

Form_2023

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Ti interessa la Partita IVA?