730 in Partita IVA: devo farlo?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Se hai la Partita IVA non devi fare il 730, in questo articolo vedremo quale dichiarazione dovrai presentare.

La dichiarazione dei propri guadagni è molto importante per essere sempre in regola con gli obblighi previsti dall’Agenzia delle Entrate. Farlo in modo corretto ti permetterà di evitare di ricevere multe.

Il commercialista può supportarti nell’ottimizzazione della tua pianificazione fiscale e per non perdere nessuna scadenza. Se vuoi puoi ottenere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un nostro esperto, compilando il form in fondo alla pagina.

Se hai la Partita IVA devi dichiarare i tuoi guadagni tramite la dichiarazione redditi PF

In questo modello dovrai indicare il numero della tua Partita IVA, il totale dei tuoi incassi ottenuti svolgendo l’attività come libero professionista o ditta individuale, i contributi previdenziali che hai pagato e, se sei in regime ordinario, le spese sostenute per svolgerla. 

Inoltre, se hai anche un lavoro come dipendente dovrai indicare anche i guadagni ottenuti da questo tipo di lavoro. Infine dovrai completare il modello indicando tutti gli immobili che possiedi e i redditi derivanti da altre fonti come ad esempio affitti o redditi finanziari.  

Dopo aver elaborato la dichiarazione dei redditi scoprirai l’importo delle tasse che dovrai pagare 

Il calcolo viene effettuato applicando la tassazione che va dal 5% al 43% a seconda del tuo regime fiscale 

In regime ordinario paghi le tasse dal 23% al 43% sulla base del tuo reddito. Puoi sottrarre dai tuoi incassi tutte le spese che hai sostenuto per la tua attività.

In regime forfettario, paghi le tasse al 5% per i primi 5 anni o al 15% per i successivi che, ad esempio nel caso dell’attività di sarta si applicano sul 67% del tuo incassato. 

Ad esempio se sei al primo anno di attività e incassi 30.000€ dovrai pagare il 5% di tasse sul 67% di 30.000€ cioè su 20.100€.

Per il pagamento delle tasse ci sono 2 scadenze. La prima è il 30 giugno, la seconda il 30 novembre

Entro il 30 giugno dovrai pagare il saldo delle tasse dello scorso anno e la prima parte dell’acconto di quelle dell’anno in corso.

Entro 30 novembre dovrai pagare la seconda parte dell’acconto delle tasse dell’anno in corso. 

Ci sono servizi che elaborano la dichiarazione al posto tuo 

Anche noi lo facciamo mettendo a tua disposizione un commercialista a te dedicato che saprà aiutarti e risolvere tutti i tuoi dubbi. 

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratis e senza impegno con un consulente Fiscozen che studierà la tua attività nello specifico, calcolerà per te le tasse da pagare e ti ricorderà le scadenze dei pagamenti.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963