IVA a credito: cosa significa e come si utilizza?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

In questo articolo vedremo cosa significa avere IVA a credito e come utilizzarla se hai la Partita IVA

Comprendere questo argomento ti può aiutare a capire meglio come gestire gli aspetti fiscali della tua attività, per pianificare meglio e sapere esattamente quanto denaro hai a disposizione da reinvestire nel tuo lavoro oppure da spendere per la tua vita privata.

Il commercialista è il professionista giusto che può aiutarti a capire e utilizzare l’IVA a credito e se vuoi puoi ottenere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto, compilando il form in fondo alla pagina.

Si parla di IVA a credito quando con i tuoi acquisti hai versato più IVA di quanta tu ne abbia incassata con le vendite

Se hai la Partita IVA in regime ordinario, i tuoi clienti pagano l’IVA sui tuoi prodotti o servizi e poi tu devi versarla allo stato. Allo stesso modo, quando tu acquisti un prodotto o un servizio per la tua attività, paghi l’importo pattuito con il fornitore più l’IVA.

Quando hai IVA a credito puoi utilizzarla per pagare l’IVA a debito o altre imposte

È un’operazione che si chiama compensazione dell’IVA e può essere di due tipi, verticale e orizzontale.

La compensazione verticale è quando utilizzi l’IVA a credito per pagare la stessa imposta, ovvero l’IVA a debito, quella che i tuoi clienti versano a te e tu versi allo stato per conto loro. In questo caso non c’è limite all’importo che puoi portare in compensazione.

La compensazione orizzontale è quando utilizzi l’IVA a credito per pagare altre imposte, come ad esempio l’IRPEF. In questo caso l’importo massimo che puoi portare in compensazione è 2 milioni di euro alla volta.

Puoi utilizzare l’IVA a credito in 2 momenti diversi, a seconda dell’importo

Per importi sotto i 5.000€ puoi utilizzarla dal primo giorno del periodo successivo a quello dell’imposta. Ad esempio, se il periodo di imposta finisce il 31 dicembre 2023, puoi utilizzarla dal primo gennaio 2024.

Per gli importi che avanzano, oltre i 5.000€, puoi usarla dal decimo giorno dopo l’invio della dichiarazione IVA, se questa ha ottenuto il visto di conformità.

Il visto di conformità è una certificazione che indica che la dichiarazione è stata svolta correttamente e deve essere dato da un professionista abilitato come un commercialista.

Un professionista può aiutarti ad utilizzare al meglio l’IVA a credito

Il commercialista può prendere in carico la gestione della tua attività e tenere traccia dei crediti di imposta, come l’IVA a credito che puoi utilizzare.

Anche noi lo facciamo e se vuoi puoi ottenere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963