Ti interessa la Partita IVA?

Corrispettivi non riscossi: cosa sono e come si gestiscono?

Autore

Gaia B.

Leggi l'articolo o richiedi una consulenza gratuita

Form_2023

I corrispettivi non riscossi vanno registrati con regolare documento commerciale, aggiungendo la dicitura “corrispettivo non riscosso”.

Al momento dell’incasso dovrai emettere un nuovo documento commerciale che riepiloghi la prestazione e, se il cliente lo richiede, anche la fattura.

Secondo la normativa, devi emettere il documento commerciale quando:

  • ricevi il pagamento 
  • consegni il bene o termini la prestazione del servizio

In particolare quando si tratta di servizi, può succedere che la prestazione si concluda prima del pagamento ed è in questi casi che dovrai registrare il corrispettivo non riscosso.

Il consulente fiscale è il professionista giusto a cui affidarti per farti guidare nella registrazione di corrispettivi non riscossi.

Puoi ricevere la tua consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.

Risolvi ogni dubbio
con una consulenza

Form_2023 (#46)

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Questa guida è stata verificata

Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da

Gaia B.

Autore

Controllata da

Gaetano D.

Esperto fiscale

Per saperne di più richiedi una consulenza

Form_2023

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Ti interessa la Partita IVA?