Aprire Partita IVA in regime ordinario: quanto costa?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

I costi della Partita IVA in regime ordinario variano a seconda che tu apra come:

  • libero professionista
  • ditta individuale

Se scegli di lavorare come libero professionista, aprire la Partita IVA è gratuito e potrai farlo compilando il modello AA9/12 e facendolo avere all’agenzia delle entrate tramite:

  • caricamento dal sito web 
  • posta raccomandata
  • consegna a mano in uno sportello dell’agenzia

Puoi svolgere la pratica in autonomia oppure facendoti supportare da un professionista come un commercialista o un consulente fiscale che dovrai pagare per i suoi servizi.

Se sei un professionista iscritto ad un albo, dovrai iscriverti alla tua cassa professionale di riferimento a cui versare i contributi. Per conoscere le percentuali di contributi che dovrai versare, puoi consultare il sito web della tua cassa.

Se sei un professionista senza cassa, devi iscriverti alla gestione separata INPS e pagare i contributi che per il 2024 corrispondono al 26,07% del tuo imponibile.

Se apri una ditta individuale, dovrai inviare per via telematica la pratica ComUnica che ti permette di:

  • aprire la Partita IVA
  • iscriverti alla camera di commercio che ha un costo diviso in:
    • imposta di bollo: 17.50€
    • diritti di segreteria: 18€
    • diritto camerale: da 53€ a 120€ a seconda della sezione del registro imprese a cui verrai iscritto. Ogni anno dovrai di nuovo pagare il diritto camerale per mantenere attiva la tua iscrizione
  • iscriverti all’INPS
  • eventualmente aprire la tua posizione presso l’INAIL, se l’attività che svolgerai lo richiede

Dovrai iscriverti alla tua gestione INPS di riferimento e versare i contributi in una parte fissa ed eventualmente una variabile con valori che vengono fossati ogni anno e per il 2023 sono:

  • gestione commercianti: 4.515,43€ di contributi fissi da versare indipendentemente da quanto incasserai e, se superi i 18.415€ di imponibile, sull’eccedenza dovrai versare il 24,48%
  • gestione artigiani: 4.427,04€ di contributi fissi annuali e, al superare dei 18.415€ di imponibile, sull’eccedenza dovrai versare il 24%

Per aprire la tua attività avrai anche bisogno di una casella PEC e un servizio di firma digitale, in genere i prezzi partono da 35€ all’anno.

In entrambi i casi dovrai pagare l’IRPEF con il sistema degli scaglioni progressivi con le seguenti percentuali:

Scaglione di reddito % IRPEF
fino a 28.000€ 23%
da 28.000,01€ a 50.000€ 35%
oltre 50.000,01€ 43%

Per fare un calcolo esatto dei costi che dovrai sostenere per la tua Partita Iva in regime ordinario, il commercialista è il professionista giusto a cui rivolgerti

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.   

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963