Partita IVA: dove si apre e quanto costa?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Se stai pensando di aprire una Partita IVA, in questo articolo scopriremo insieme dove farlo e quanto costa.

Aprire la Partita IVA ed avviare la propria attività autonoma è un passo importante nella vita di un professionista. Alcune delle scelte che farai in fase di apertura, come il regime fiscale o il codice ATECO, determineranno i tuoi guadagni futuri. 

Per questo ti consigliamo di farti assistere da un commercialista. Se vuoi, puoi ricevere una consulenza gratuita e senza impegno compilando il form sotto all’articolo.

Puoi aprire la Partita IVA in 3 luoghi

Puoi farlo autonomamente online, compilando ed inviando all’agenzia delle entrate il modulo di apertura. Oppure la puoi aprire al CAF, che ti può supportare nello svolgere le pratiche. 

Infine, puoi aprire con un commercialista che si occuperà di tutto al posto tuo. Infatti, studierà il tuo caso specifico e troverà le soluzioni più convenienti per te.

Il costo di apertura va da 0€ a 500€

Dipende dall’attività svolta che può essere artigianale-commerciale o intellettuale. Nel primo caso, l’attività è organizzata per produrre o scambiare beni o servizi. Nel secondo prevale la componente intellettuale.

Se sei un artigiano o commerciante e vuoi aprire in autonomia dovrai pagare circa 200€ tra bolli e iscrizione alla camera di commercio, mentre se ti affidi ad un commercialista dovrai aggiungere circa 300€.

Se avvii un’attività intellettuale da solo il costo è 0€, mentre se decidi di farlo tramite un commercialista pagherai circa 200€.

Una volta che avrai aperto Partita IVA, la tua maggiore spesa saranno i contributi

Sono diversi in base all’attività che svolgi. Se sei iscritto ad una cassa privata per il tuo lavoro, come un ingegnere, l’importo da pagare è stabilito dalla cassa stessa.

Se invece non hai una cassa specifica, ad esempio se sei un copywriter, devi pagare il 26,07% di una parte di ciò che incassi. 

Infine, se sei un artigiano o un commerciante hai dei contributi fissi di circa 4.500€. Verserai anche i contributi variabili se il tuo incassato meno le spese supera i 18.415€. Su ogni euro che supera i 18.415€, pagherai il 24% circa di contributi.

Ad esempio, se il valore è 20.000€, pagherai il 24% di 20.000€ – 18.415€, quindi 388€.

Pagherai anche dal 5% al 43% di tasse

In forfettario paghi solo il 15% o il 5% di tasse per i primi 5 anni, mentre in ordinario, paghi l’IRPEF, con una percentuale che varia dal 23% al 43% in base al tuo reddito.

Possiamo aiutarti ad aprire la Partita IVA pagando solo il 5% di tasse 

Puoi ricevere una consulenza gratuita con un esperto fiscale compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963