Quota B ENPAM: quando si paga, quant’è e come si calcola?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

La quota B è una percentuale di contributi, pari al 19,5% calcolati sul reddito al netto delle spese, che devi pagare se sei un medico o un odontoiatra sia professionista che dipendente. 

Il tetto massimo di applicazione di questa percentuale è di 105.014,00€ oltre questo importo dovrai versare solo l’1% di contribuzione.

 La quota B può essere ridotta a:

  • 9,5% se sei un:
    • medico iscritto ad altre forme di previdenza obbligatoria, come l’AGO
    • pensionato del Fondo Generale
  • 2% se:
    • hai un reddito intramoenia, derivante da prestazioni fatte fuori dall’orario di lavoro
    • partecipi ad un corso di medicina generale

Le scadenze per il pagamento sono diverse in base alla modalità che scegli e sono:

  • in un’unica soluzione, da pagare il 31 ottobre
  • in 5 rate con scadenza 31 ottobre, 31 dicembre dell’anno corrente e 28 febbraio, 30 aprile, 30 giugno dell’anno successivo

Oltre alla quota B, come medico iscritto ad ENPAM devono pagare anche la quota A, che avrà un importo diverso in base alla tua età:

Età Importo da pagare
fino a 30 anni 280,93 €
dai 30 ai 35 anni 545,28 €
dai 35 ai 40 anni 1.023,24 €
più di 40 anni 1.889,75 €

La scadenza per il pagamento dei contributi quota A varia in base alla modalità che sceglierai:

  • in un’unica soluzione, da pagare il 30 aprile
  • in 4 rate senza interessi da pagare entro il 30 aprile, 30 giugno, 30 settembre, 30 novembre
  • in 8 rate senza interessi da pagare entro il 30 aprile, 31 maggio, 30 giugno, 31 luglio, 31 agosto, 30 settembre, 31 ottobre, 30 novembre

Puoi pagare l’ENPAM tramite:

  • PagoPA, che ha sostituito i bollettini MAV
  • addebito diretto sul conto corrente
  • carta ENPAM

Se decidi di pagare con PagoPA riceverai i bollettini via mail all’indirizzo con cui sei registrato al sito dell’ENPAM e potrai saldarli tramite:

  • banca
  • posta
  • circuito Sisal

Questo sistema comporta :

  • aumento dei costi
  • gestione più complessa dei pagamenti

Per risparmiare sui costi, l’ENPAM ti dà la possibilità di versare i contributi tramite addebito diretto sul conto corrente, pagando solo 48 centesimi per ogni rata.

Puoi pagare i contributi anche attraverso la carta ENPAM, una carta di credito convenzionata emessa dalla Banca di Sondrio che ti dà la possibilità di:

  • rateizzare fino a 30 mesi il pagamento  
  • risparmiare sulle commissioni

Per essere sempre in regola con il versamento dei contributi previdenziali ENPAM, il commercialista è il professionista più adatto a cui puoi rivolgerti. 

Puoi richiedere una consulenza gratuita e senza impegno da un consulente fiscale di Fiscozen, compilando il modulo che trovi qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Si basa su una fonte ufficiale dell'agenzia delle entrate ed è stata scritta da un'autrice esperta in temi fiscali.

Scritta da una nostra autrice

gaia_noroles

Basata su una fonte ufficiale

fiscozen fonte agenzia delle entrate

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963