Inarcassa: come funziona la cassa dei contributi di architetti ed ingegneri?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Se sei ingegnere o architetto e vuoi sapere quanti contributi dovrai pagare ad Inarcassa, come si calcolano e quando dovrai versarli, in questo articolo troverai le informazioni che cerchi.

Conoscere queste informazioni ti permetterà di programmare le tue spese ed essere in regola. 

Un commercialista può aiutarti a tenere tutto sotto controllo. Se vuoi, puoi ricevere una consulenza gratuita compilando il modulo in fondo all’articolo.

I contributi di Inarcassa sono di 3 tipi. Il 1° è il soggettivo

Questo serve alla creazione della pensione ed è il 14,50% calcolato su una parte dei tuoi incassi che sarà individuata in modo diverso a seconda del tuo regime fiscale. 

In forfettario è il 78% dei tuoi incassi, mentre in ordinario è la differenza tra i tuoi incassi e le spese che hai sostenuto per la tua attività. 

Oltre al contributo soggettivo dovrai pagare quello integrativo e di maternità

Quello integrativo finanzia la cassa previdenziale ed è il 4% dei tuoi compensi. Il suo valore minimo è di 745€ che dovrai pagare indipendentemente dall’importo dei compensi fatturati. 

Quello di maternità è fisso e cambia ogni anno. Per il 2023 è di 60€.

Il calcolo dei contributi in regime forfettario è il seguente 

Se hai incassato 30.000€, il contributo soggettivo è il 14,50% del 78% di quanto incassato. Il 78% di 30.000€ è 23.400€, il 14,50% di 23.400€ sarà 3.393€.

Il contributo integrativo è il 4% di quanto incassato. Dunque il 4% di 30.000€ che è 1.200€. Il contributo di maternità per il 2023 è di 60€

I contributi da versare sono la somma di ciò che hai trovato: 3.393€ + 1.200€ + 60€ = 4.653€

Se sei in ordinario, dovrai seguire questi passaggi

Se hai incassato 30.000€ e hai avuto spese per 10.000€, il contributo soggettivo sarà il 14,50% della differenza tra incassi e spese. Ovvero il 14,50% di 30.000€ – 10.000€ = 2.900€

Il contributo integrativo è il 4% di ciò che hai incassato quindi il 4% di € 30.000€ cioè 1.200€. Il contributo di maternità per il 2023 è di 60€.

I contributi da versare sono la somma di ciò che hai trovato: 2.900€ + 1.200€ + 60€ = 4.160€.

Dovrai pagarli in diversi momenti dell’anno 

Dovrai versare i contributi minimi soggettivo e integrativo ed il contributo di maternità in due rate di pari importo, il 30 giugno e il 30 settembre. 

Il versamento della restante parte dei contributi è prevista per il 31 dicembre.

Possiamo aiutarti a calcolare i tuoi contributi 

Puoi ricevere una consulenza gratuita e senza impegno con un esperto fiscale compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

francesca_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963