IVA: cos’è, chi la paga e come funziona?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

L’IVA è l’imposta che viene applicata sugli scambi di beni o servizi ed è a carico del consumatore finale.

Se hai la Partita IVA in regime ordinario, devi: 

  • aggiungere l’importo dell’IVA nelle tue fatture specificando la percentuale applicata 
  • versare periodicamente l’IVA che hai incassato dalle tue vendite 

Il versamento dell’IVA può avvenire in due modi: 

  • trimestralmente: se hai un’attività che incassa meno di 800.000€ per la vendita di beni o meno di 500.000€ per la prestazione di servizi, effettuando il versamento entro:
    • 16 maggio
    • 20 agosto
    • 16 novembre
    • 16 marzo dell’anno successivo
  • mensilmente: entro il 16 del mese successivo tramite il modello F24 se la tua attività incassa più di 800.000€ per la vendita o più di 500.000€ per la prestazione di servizi 

Devi versare l’IVA per tutti gli scambi di beni o servizi, eccetto quelli:

  • non imponibili
  • esenti

Le operazioni non imponibili sono quelle che:

  • non prevedono la cessione di beni o la prestazione di servizi
  • non sono effettuate da professionisti, artisti o imprese nell’esercizio della propria attività ad esempio un programmatore che imbianca un appartamento, in quanto l’imbiancatura  non rappresenta la sua attività principale ma un’attività esercitata occasionalmente
  • si svolgono fuori dal territorio italiano, ad esempio, le esportazioni sono operazioni non imponibili perché si svolgono fuori dall’Italia e su queste operazioni verrà eventualmente applicata l’imposta estera

Le operazioni esenti sono quelle escluse dal pagamento dell’IVA per ragioni tecniche o sociali, come:

  • prestazioni sanitarie
  • attività culturali
  • giochi e scommesse
  • vendite di beni o servizi effettuate da professionisti in regime forfettario o dei minimi

Per effettuare il calcolo dell’IVA devi moltiplicare il prezzo di vendita per la percentuale IVA relativa a quel determinato tipo di prodotto o servizio, che può essere:

  • 4%: per alimentari, bevande, libri, musica e giornali
  • 5%: per alcuni strumenti sanitari, come i ventilatori polmonari
  • 10%: per la fornitura di energia elettrica e del gas per usi domestici e i medicinali
  • 22% per la maggior parte dei prodotti, come ad esempio vestiti, scarpe, tecnologia
  • In seguito devi aggiungere l’importo dell’IVA al prezzo di vendita per ottenere il totale che il tuo cliente ti dovrà pagare. 

Per essere supportato nel corretto calcolo e versamento dell’IVA, il commercialista è il professionista più adatto a cui puoi rivolgerti.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto

icon
Questa è una guida verificata
Si basa su una fonte ufficiale dell'agenzia delle entrate ed è stata scritta da un'autrice esperta in temi fiscali.

Scritta da una nostra autrice

gaia_noroles

Basata su una fonte ufficiale

fiscozen fonte agenzia delle entrate

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963