Scadenze pagamento INPS in Partita IVA: quali sono e quanto si paga?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

In questo articolo vedremo quali sono le scadenza del pagamento dei contributi INPS in Partita IVA e quanto dovrai pagare.
Conoscere le scadenze e sapere quanti contributi dovrai pagare ti permette di pianificare al meglio le tue spese ed essere sempre in regola con i pagamenti. 

Per questo ti consigliamo di farti supportare da un commercialista che faccia i calcoli per te e ti ricordi le date entro cui effettuare i pagamenti. Se vuoi, puoi ottenere un consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un nostro esperto, compilando il form in fondo alla pagina. 

Se sei un libero professionista dovrai pagare i contributi INPS con le stesse scadenze delle tasse 

I contributi dei liberi professionisti vengono calcolati in fase di dichiarazione dei redditi. Dunque entro il 30 di giugno, dovrai pagare il saldo dei contributi dell’anno precedente e il primo acconto di quelli dell’anno corrente.

Entro il 30 di novembre dovrai pagare il secondo acconto dei contributi dell’anno corrente.

Se hai una ditta individuale pagherai i contributi fissi ogni 3 mesi e quelli variabili in corrispondenza delle tasse 

Le date di scadenza dei versamenti sono il 16 maggio, il 20 agosto, il 16 novembre e il 16 febbraio. 

 I contributi variabili vengono calcolati in fase di dichiarazione dei redditi, quindi dovrai versarli alle stesse date in cui versi le tasse. 

Entro il 30 giugno dovrai versare il saldo dei contributi variabili dell’anno precedente e l’acconto di quelli dell’anno corrente. 

Il 30 novembre dovrai versare il secondo acconto dei contributi variabili dell’anno corrente.

Se sei un professionista dovrai pagare i contributi del 26,07% su una parte dei tuoi incassi

L’acconto dell’anno corrente viene calcolato applicando la percentuale del 80% all’importo dei contributi dell’anno precedente. Il risultato viene diviso per 2 ottenendo l’importo delle 2 rate di acconto. 

Se hai una ditta individuale i contributi fissi da pagare saranno diversi a seconda della tua attività

Se sei un artigiano pagherai 4.427,04€ all’anno, in 4 rate da 1.106,76€. 

Se invece sei commerciante pagherai 4.515,43€ all’anno, suddivise in 4 rate da 1.128,85€.

Pagherai i contributi variabili se la differenza tra tuoi incassi e le tue spese supera i 18.415€

Se sei un artigiano pagherai il 24% di contributi variabili, mentre se sei un commerciante pagherai il 24,48%. 

L’acconto da pagare viene calcolato sul 80% del risultato. 

Ci sono servizi che effettuano il calcolo dei contributi al posto tuo 

Anche noi lo facciamo e ti ricordiamo le date entro le quali dovrai effettuare i pagamenti. Per scoprire come possiamo aiutarti puoi ricevere una consulenza gratuita con un esperto compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963