Ti interessa la Partita IVA?

Codice ATECO fisioterapista: qual è e cosa posso farci?

Autore

Francesca C.

Leggi l'articolo o richiedi una consulenza gratuita

Form_2023

Se vuoi svolgere l’attività di fisioterapista in Partita IVA, devi conoscere il tuo codice ATECO. In questo articolo vediamo qual’è quello giusto da utilizzare e cosa puoi farci.

Identificare il codice ATECO corretto ti consentirà di essere in regola nei confronti dell’agenzia delle entrate e pagare il giusto importo di tasse e contributi. Così potrai avere più soldi da investire nella tua attività o da usare per te. 

Per poter risparmiare ti consigliamo di rivolgerti ad un commercialista che analizzerà la tua attività nel dettaglio e troverà l’ATECO giusto per te. Anche noi offriamo questo servizio e per richiederlo, ti basta compilare il modulo in fondo.

Il codice ATECO per lavorare come fisioterapista è 86.90.21 

Questo identifica i professionisti che svolgono le attività di fisioterapia mettendo in pratica terapie per la rieducazione di problemi motori, psicomotori e cognitivi.

Con questo ATECO, devi aprire Partita IVA come libero professionista

Per farlo dovrai compilare ed inviare all’agenzia delle entrate il modello AA9/12 e iscriverti alla gestione separata INPS, alla quale verserai i contributi per la tua futura pensione.

Con l’ATECO 86.90.21, se hai il regime forfettario pagherai le tasse sul 78% dei tuoi incassi

Questo vuol dire che se incassi 30.000€, pagherai le tasse solo sul 78%, cioè 23.400€.

Le tasse sono pari al 5% per i primi 5 anni dall’apertura della tua Partita IVA e il 15% per gli anni successivi.

Quindi, se sei al sesto anno di Partita IVA e paghi il 15% su 23.400€, le tasse saranno pari a 3.510€, cioè 23.400€ x 15%.

Se invece hai il regime ordinario potrai sottrarre le tue spese prima del calcolo delle tasse

Con questo regime pagherai una percentuale di tassazione dal 23% al 43% sulla differenza tra i tuoi incassi e le spese che hai sostenuto per la tua attività. 

Oltre alle tasse dovrai anche pagare i contributi 

Dovrai versarli alla gestione separata INPS, applicando la percentuale del 26,07% su una parte dei tuoi incassi. Questa parte in forfettario è il 78% mentre in ordinario è la differenza tra gli incassi e le tue spese.

Dato che tasse e contributi sono calcolati sui tuoi incassi, se in un anno incasserai 0€, pagherai 0€.

Puoi avere un calcolatore di tasse e contributi in tempo reale

Calcolare tasse e contributi richiede tempo e per questo ci sono servizi che offrono calcolatori delle tasse in tempo reale.

Per sapere come puoi ridurli in modo efficace, puoi ricevere una consulenza gratuita e senza impegno con un esperto fiscale compilando il form qui sotto.

Risolvi ogni dubbio
con una consulenza

Form_2023 (#46)

Non ti preoccupare:
è sempre gratis.

Questa guida è stata verificata

Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da

Francesca C.

Autore

Controllata da

Gaetano D.

Esperto fiscale 

Per saperne di più richiedi una consulenza

Form_2023

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Ti interessa la Partita IVA?