Qual è la partita IVA più conveniente?

Non esiste una tipologia di Partita IVA più conveniente in assoluto, dipende tutto dal tipo di attività che vuoi svolgere.

Se ti aspetti di incassare più di 65.000€ all’ anno non hai possibilità di scegliere, dovrai per forza avere una Partita IVA ordinaria in quanto non potrai accedere al regime forfettario.

Se prevedi di incassare meno di 65.000€ all’anno, hai due possibilità:

  • Se i costi dell’attività saranno minori o uguali al coefficiente forfettario indicato per il tuo codice ATECO, ti converrà la Partita IVA in regime forfettario
  • Se i costi dell’attività saranno maggiori del coefficiente forfettario indicato per il tuo codice ATECO, ti converrà la Partita IVA in regime ordinario

Esempio 1:


Massimo vuole aprire Partita IVA forfettaria, prevede di incassare 15.000€ lordi e di avere spese per 6.324€.

Il codice ATECO per la sua attività ha un coefficiente di redditività del 67%.

Questo significa che i costi sono stimati forfettariamente nel 33% di ciò che Massimo incasserà con il suo lavoro.


15.000€ x 33% = 4.950€ di spese stimate forfettariamente per l’attività

15.000€ – 4.950€ = 10.050€ di imponibile fiscale lordo

Con 10.050€ di imponibile lordo, Massimo dovrà versare 2.636€ di contributi alla gestione separata INPS

10.050€ – 2.636€ = 7.414€ di imponibile netto

In regime forfettario, con percentuale di tassazione al 15%, Massimo dovrà versare 1.112€ di tasse.

7.414€ – 1.112€ = 4,928€ di utili

 

Esempio 2:

 

Massimo vuole aprire Partita IVA in regime ordinario, prevede di incassare 15.000€ lordi e di avere spese per 6.324€.

In questo caso potrà scaricare tutte le spese ma avrà una percentuale di tasse del 23%

15.000€ – 6.325€ = 8.675€ di imponibile lordo

Con 8.675€ di imponibile lordo, Massimo dovrà versare 2.275€ di contributi alla gestione separata INPS

8.675€ – 2.275€ = 6.400€ di imponibile netto

In regime ordinario, con percentuale di tassazione al 23%, Massimo dovrà versare 1.472€ di tasse.

6.400€ – 1.472€ = 4.928€ di utili

 

Questi due scenari mostrano come, se le spese di Massimo aumentassero anche solo di un euro, sarebbe per lui conveniente aprire Partita IVA in regime ordinario. Se le sue spese rimangono uguali o dovessero essere più base, gli conviene aprire Partita IVA in regime forfettario.

Il regime forfettario non è sempre la soluzione più vantaggiosa per tutte le attività. Se vuoi un aiuto per fare i calcoli e capire quale regime fiscale possa essere più vantaggioso per la tua attività nello specifico, permettendoti di pagare meno tasse e di scaricare più costi possibile, puoi chiedere il supporto di un consulente fiscale.

Puoi ricevere una consulenza fiscale senza impegno e gratuita con un esperto Fiscozen che analizzerà nello specifico la tua situazione, ti aiuterà con i calcoli, ti consiglierà il regime fiscale più vantaggioso per aprire la tua Partita IVA e potrà anche svolgere eventuali pratiche al posto tuo.

Per richiedere la tua consulenza gratuita, compila il form qui sotto e verrai ricontattato.

Altri dubbi da approfondire? Ricevi una consulenza dedicata gratis e senza impegno