Contributi INPS e Partita IVA: quali e quanti sono?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Il tipo di contributi che pagherai all’INPS se hai una Partita IVA dipende dall’attività che svolgi.

In ogni caso, devi conoscere il tuo imponibile netto, che si calcola in modo diverso a seconda del tuo regime fiscale:

  • ordinario: devi sottrarre ai tuoi ricavi le spese che hai sostenuto per la tua attività. Ad esempio se hai incassato 90.000€ e hai sostenuto spese pari a 20.000€, il tuo imponibile netto sarà 70.000€ (90.000€ – 20.000€).
  • forfettario: moltiplichi il tuo incassato per un valore detto coefficiente di redditività, che identifica su quale parte dell’incassato pagherai le tasse e i contributi. Nel caso del massaggiatore il tuo coefficiente di redditività è del 67%

Ad esempio, Manuele è un web designer in regime forfettario ed ha incassato 30.000€:

  • imponibile netto: 30.000€ x 78% = 23.400€
  • contributi da pagare: 20.100€ x 26,07%= 5.240€

Se sei libero professionista senza cassa professionale, come il copywriter i contributi per la tua futura pensione alla gestione separata. 

L’importo che dovrai pagare annualmente è calcolato applicando la percentuale del   26,07% del tuo imponibile netto senza alcun importo minimo fisso. Ciò vuol dire che se il tuo imponibile è uguale a zero non dovrai pagare contributi. 

Pagherai il saldo dei contributi previdenziali e l’acconto per l’anno in corso in corrispondenza del pagamento delle tasse entro

  • il 30 giugno: il saldo dei contributi dell’anno precedente e il primo acconto 
  • il 30 novembre: il secondo acconto

Se sei un artigiano o commerciante: dovrai pagare i contributi alla gestione artigiani o commercianti INPS due tipi di contributi:

  • fissi: che versi indipendentemente dai tuoi guadagni e sono pari a 
    • 4.515,43€ se sei commerciante 
    • 4.247,04€ se sei artigiano
  • variabili: calcolati applicando sull’imponibile netto che supera i 18.415€ una percentuale del:
    • 24,48% se sei commerciante 
    • 24% se sei artigiano

Fissi, le scadenze sono trimestrali e devi pagare entro le seguenti date:

    • 1° trimestre: 16 maggio
    • 2° trimestre: 20 agosto
    • 3° trimestre: 16 novembre 
    • 4° trimestre: 16 febbraio dell’anno successivo 

 Variabili, per i quali le scadenze sono:  

  • 30 giugno: per il saldo dei contributi dell’anno precedente e il primo acconto per l’anno corrente 
  • 30 novembre: per il secondo acconto

Per calcolare correttamente i contributi che devi versare all’INPS per la tua attività, il commercialista è il professionista giusto a cui rivolgerti.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963