Ti interessa la Partita IVA?

2.500€ lordi quanto sono netti?

Autore

Gaia B.

Leggi l'articolo o richiedi una consulenza gratuita

Form_2023

Il valore netto di 2.500€ lordi dipende dal tuo regime fiscale e dalla tipologia di attività che svolgi.

Per calcolare il netto su 2.500€ di incassi, devi sottrarre le tasse e i contributi che devi versare. 

Regime forfettario

Libero professionista

Claudio è un tecnico informatico libero professionista in regime forfettario con percentuale di tassazione al 5%, ha incassato 2.500€ ed è iscritto alla gestione separata INPS con una percentuale di contributi del 26,07%. Il suo codice ATECO è 62.02.00 e il suo coefficiente di redditività è il 67%

2.500€ x 67% = 1.675€

1.675€ x 26,07% = 436€ di contributi

1.675€ – 436€ = 1.239€

1.239€ x 5% = 62€ di imposta sostitutiva

Calcoliamo il netto su 2.500€ di incassi:

2.500€ – 436€ – 62€ = 2.002€ netti

Ditta individuale

Luca è un calzolaio in regime forfettario con tassazione al 5%, ha incassato 2.500€ ed è iscritto alla gestione commercianti INPS. Il suo codice ATECO è 95.23.00 e il suo coefficiente di redditività è il 67%. 

2.500€ x 67% = 1.675€

contributi fissi: 3.983,73€

Luca va in perdita di 1.484€
Non dovrà pagare tasse perchè qualunque percentuale applicata a 0 darà 0 come risultato ma dovrà comunque versare i contributi di tasca propria.

Con incassi di questo tipo, la sua attività non è sostenibile.

Regime ordinario

Libero professionista

Claudio è un tecnico informatico libero professionista in regime ordinario ed è iscritto alla gestione separata INPS con una percentuale di contributi del 26,07%. Ha fatturato 2.500€ tolta l’IVA, ha avuto spese per 200€ e l’anno scorso ha versato 603€ di contributi.

  • 2.500€ – 200€ = 2.300€
  • 2.300€ – 603€ = 1.697€ imponibile fiscale
  • tasse primo scaglione: 1.697 x 23% = 390€

Calcoliamo il netto su 2.500€

2.500€ – 200€ – 603€ – 309€ = 1.388€ netti

Ditta individuale

Luca è un calzolaio in regime ordinario iscritto alla gestione commercianti INPS. Ha fatturato 2.500€ tolta l’IVA e ha avuto spese per 200€

2.500€ – 200€ = 2.300€

2.300€ x 67% = 1.541€

contributi fissi: 3.983,73€

Luca va in perdita di 1.484€
Non dovrà pagare tasse perchè qualunque percentuale applicata a 0 darà 0 come risultato ma dovrà comunque versare i contributi di tasca propria.

Con incassi di questo tipo, la sua attività non è sostenibile.

Questi sono alcuni esempi di calcoli per trovare l’importo netto partendo da 30.000€ lordi. Per conoscere il netto relativo alla tua attività nello specifico, puoi chiedere il supporto di un consulente fiscale che ti aiuti nei calcoli.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratis e senza impegno con un consulente Fiscozen che analizzerà la tua situazione nello specifico e ti aiuterà a svolgere tutti i calcoli per trovare il netto in base ai tuoi costi.

Per ricevere la consulenza, compila il form qui sotto e verrai ricontattato

Risolvi ogni dubbio
con una consulenza

Form_2023 (#46)

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Questa guida è stata verificata

Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da

Gaia B.

Autore

Controllata da

Gaetano D.

Esperto fiscale

Per saperne di più richiedi una consulenza

Form_2023

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Ti interessa la Partita IVA?