Ti interessa la Partita IVA?

Costi Partita IVA: quanto costa da aprire e mantenere?

Autore

Gaia B.

Leggi l'articolo o richiedi una consulenza gratuita

Form_2023

I costi che dovrai sostenere per la Partita IVA sono variabili a seconda della tipologia di attività e si suddividono in costi: 

  • di apertura 
  • di gestione 

I costi di apertura sono diversi se apri una Partita IVA come: 

Libero professionista in questo caso puoi: 

  • aprirla autonomamente: non avrai nessun costo
  • affidarti ad un commercialista: dovrai pagare la sua parcella

Ditta individuale, puoi aprire:

  • autonomamente, i costi sono:
    • imposta di bollo: 17,50€
    • diritti di segreteria: 18€
    • diritto camerale: da 53€ a 120€ in base all’attività che svolgi
    • SCIA: da 0€ a 200€ in base al comune in cui decidi di avviare la tua attività
    • PEC e firma digitale: a partire da 35€ in base al servizio che scegli
  • affidandoti ad un commercialista: oltre ai costi elencati sopra dovrai pagare dai 300€ ai 500€ a seconda del tipo di attività.

I costi per la gestione della Partita IVA sono:

  • costo del commercialista 
  • eventuale quota di iscrizione al registro Imprese nel caso di apertura di ditta individuale artigiana o commerciale
  • costo dei contributi previdenziali da pagare all’INPS o alla cassa professionale di competenza della tua attività, come ad esempio la cassa forense per gli avvocati
  • abbonamento a servizi di: 
    • casella PEC 
    • firma digitale
    • gestione fatturazione elettronica
  • tasse

Le tasse variano in base al tuo regime fiscale:

  • ordinario: pagherai l’IRPEF in percentuale dal 23% al 43% sui tuoi guadagni al netto delle spese necessarie per svolgere la tua attività
  • forfettario pagherai le tasse con una percentuale del 15% o del 5% per i primi 5 anni se avvii una nuova attività sul tuo reddito netto, che si calcola moltiplicando i tuoi guadagni per il coefficiente di redditività, cioè una percentuale diversa in base all’attività che svolgi che identifica su quale parte del tuo incassato pagherai le tasse. 

Da questo importo, detto imponibile, dovrai sottrarre anche gli eventuali contributi pagati l’anno precedente

I contributi variano in base alla tipologia di attività che svolgi

Se sei  artigiano o commerciante paghi contributi:

  • fissi, versati indipendentemente dall’incassato:
    • 4.427,04€ per la gestione artigiani
    • 4.515,43€ per la gestione commercianti
  • Variabili, in percentuale sull’imponibile che spera i 18.415€:
    • 24,48% per i commercianti 
    • 24% per gli artigiani 

Se sei libero professionista con cassa previdenziale paghi i contributi in base alle sue regole.

Se sei un lavoratore autonomo senza cassa previdenziale devi iscriverti alla gestione separata INPS e pagare il 26,07% dell’imponibile. 

Per gestire nel modo corretto la tua Partita IVA e per calcolare i relativi costi, il commercialista è il professionista più adatto a cui rivolgerti. 

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.

Risolvi ogni dubbio
con una consulenza

Form_2023 (#46)

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Questa guida è stata verificata

Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da

Gaia B.

Autore

Controllata da

Gaetano D.

Esperto fiscale

Per saperne di più richiedi una consulenza

Form_2023

Non ti preoccupare: è sempre gratis.

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963

Ti interessa la Partita IVA?