Contabilità semplificata: quali sono requisiti e costi?

Leggi l'articolo o risolvi ogni dubbio con una consulenza su misura per te, gratis e senza impegno. Compila qui per riceverla.

Form_2023
check-double-line
Questa è una guida verificata

Per poter applicare il regime di contabilità semplificata, la tua attività deve essere:

  • impresa commerciale esercitata da persona fisica, cioè Partita IVA come autonomo 
  • snc, sas o soggetto ad esse equiparato 
  • ente non commerciale che esercita anche un’attività commerciale, ma non in modo prevalente
  • trust, se esercita un’attività commerciale non in modo prevalente

 Inoltre, nell’anno precedente devi aver avuto ricavi fino a:

  • 500.000€ se hai una ditta o una società che si occupa di prestazione di servizi
  • 800.000€ per ditte e società che operano nella vendita di beni

Non ci sono limiti di fatturato invece per i liberi professionisti.

Il regime di contabilità semplificata è un regime fiscale che permette alle attività che hanno i requisiti, di ottenere agevolazioni nella tenuta della contabilità:

  • esonero dall’obbligo di redazione del bilancio d’esercizio
  • esonero dalla redazione e conservazione di alcune scritture contabili come ad esempio il libro giornale e il libro inventari

Se adotti la contabilità semplificata per la tua attività, avrai comunque l’obbligo di:

  • redigere i registri IVA e registrare tutte le fatture redazione del registro incassi/pagamenti
  • tenere il registro degli incassi/pagamenti
  • compilare il registro dei beni ammortizzabili
  • se hai dei dipendenti, devi tenere il libro unico del lavoro 

Le tasse che paghi se hai un’attività in regime di contabilità semplificata sono:

  • IRPEF: viene calcolata con il sistema degli scaglioni progressivi e percentuali che vanno dal 23% al 43% e si applicano sul totale egli incassi a cui sono state sottratte le spese
  • IVA: da applicare ad ogni transazione con percentuali diverse a seconda del tipo di prodotto o servizio venduto. Non è una tassa che devi versare tu come venditore ma devi farla pagare al tuo cliente e poi versarla allo stato.
  • IRAP: è un’imposta che devono versare le società e il suo calcolo deve prendere in considerazioni tanti fattori, ad esempio:
    • il calcolo della base imponibile
    • la percentuale da versare che varia a seconda della regione in cui si trova l’attività

Per sapere con esattezza se la tua attività ha i requisiti per accedere al regime di contabilità semplificata, il commercialista è il professionista giusto a cui rivolgerti.

Puoi ricevere una consulenza fiscale gratuita e senza impegno con un esperto Fiscozen compilando il form qui sotto.

icon
Questa è una guida verificata
Tutti i nostri articoli vengono scritti, controllati e verificati dai nostri consulenti ed esperti fiscali per assicurarti la massima affidabilità e chiarezza.

Scritta da un nostro Autore

gaia_noroles

Controllata da un Esperto Fiscale

gaetano_noroles

Fiscozen S.p.A. · Via XX Settembre 27 · 20123 Milano · P.IVA 10062090963